Create Space / Self Publishing
On 20 agosto 2017 | 0 Comments

L’autoedizione (o self-publishing o autopubblicazione) è la pubblicazione di un libro (o altra opera editoriale) da parte dell’autore, senza passare attraverso l’intermediazione di un editore.

Si distingue sia dalla normale edizione sia dall’edizione a spese dell’autore. Nel primo caso tutte le spese sono a carico dell’editore, che si incarica di realizzare e distribuire l’opera, promettendo una remunerazione del diritto d’autore in genere in forma percentuale. Nel secondo caso, quello dell’editoria a pagamento, esiste sempre la figura dell’editore, ma le spese sono sopportate in tutto o in parte dall’autore o da chi lo sponsorizza. Nel caso di autoedizione l’autore, invece, si incarica di seguire tutte le fasi della realizzazione dell’opera, avvalendosi eventualmente di qualche figura professionale esterna.

Si tratta in altri termini della possibilità di auto pubblicare propri scritti, saggi e novelle mediante le nuove tecnologie. Il fenomeno è in forte evoluzione e cresce a due cifre (fonte AIE). In Italia nel 2012 il leader di mercato è Amazon con la sua piattaforma Kindle Direct Publishing. Sono molti i movimenti spontanei che sono nati sull’onda del successo dell’editoria digitale, anche grazie alla crescita degli e-reader. Il movimento Scrittori Italiani Indipendenti è uno, forse il primo, che si propone di riunire in un’unica voce e nell’univocità degli intenti tutti gli Autori Indipendenti.

BEBO WordPress Theme

Send this to a friend