img-book
ISBN: 9788826050911

Perduti Sensi

by: Susanna Raule

Prendete un Commissario. Fatto? Aggiungetegli un sarcasmo acido e spiazzante. Fatto? Ora mescolate ben bene con almeno quattro lattine Red Bull, infine evocate un demone e avrete il Commissario Sensi!

Quando lessi l’intenzione di Susanna Raule nel voler pubblicare una raccolta di racconti sul commissario Sensi gridai al miracolo. Per prima cosa per chi non conoscesse il celebre commissario con l’ombra più inquietante che possa esistere (che Peter Pan levati proprio), si tratta del protagonista di tre libri editi da Salani e nello specifico de “L’ombra del Commissario Sensi”, “Satanisti perbene” e infine “L’architettura segreta del mondo”. Le storie che ruotano intorno al commissario Sensi non sono semplicemente dei gialli o thriller, un omicidio e un colpevole da assicurare alla giustizia, ci sono diversi particolari sovrannaturali che il nostro svogliato commissario di stanza a La Spezia si trova sempre a dover fronteggiare. Non aggiungo altro perché vi garantisco che se provate Sensi non lo lascerete più.

La raccolta proposta dall’autrice ha sette racconti, alcuni inediti altri editi su riviste e portali di settore; l’unico difetto che ho riscontrato sta nella speranza che ciò che sta leggendo non debba avere una fine, perche di Sensi e Red Bull non se ne ha mail abbastanza.

Mi sono ritrovata a godere la lettura di una raccolta di racconti, cosa che da tempo non facevo. Essere follemente innamorata di Sensi aiuta moltissimo, ma non è stata l’unica cosa che mi ha permesso di sfogliare con calma ogni singola pagina. Susanna Raule ci offre un Sensi acerbo che di racconto in racconto diviene quello che noi abbiamo conosciuto nella trilogia, e non lo fa snocciolandoci il suo passato torbido, no, si parte proprio da La Spezia, con Tudini, Mainardi e la Riu, la sua squadra e la città in cui ama e odia allo stesso tempo vivere e lavorare.

I casi da risolvere sono sette e si rimane sempre in dubbio fino alla parola fine su chi possa essere il colpevole, su quanto il paranormale davvero esista o sia una totale suggestione del lettore.

Il racconto a mio parere meglio riuscito è quello più “anziano” e che apre l’antologia, segna un prima e un dopo dalla creazione di questo personaggio e il lavoro dell’autrice è a mio parere quello più intenso, gli altri racconti hanno già la strada spianata, un Sensi che vive e cammina nel suo mondo, mentre in questo si sente il bisogno di giocare con il lettore per scoprire il commissario e soprattutto il punto di congiunzione tra il killer e le sue manie, la storia in se è semplice ma a mio parere quella che gioca di più con le percezioni del lettore con un finale che va oltre alla risoluzione del caso.

Insomma quasi mi spiace aver terminato la lettura perché mi mancherà Sensi e persino La Spezia che la Raule fa trasudare dalle pagine, un luogo dove viene quasi la voglia di vivere, anche se in realtà si dovrebbe quasi ignorarla per come appare diversa eppure immobile nel suo essere unica rispetto alle altre città d’Italia.

In definitiva sette racconti emozionanti, intriganti e che sono già finiti. Cinque stelle e aggiungo la speranza di leggere altro, sono innamorata di questo maledetto Sensi…

 

Meet the Author
avatar-author
1981
Susanna Raule (La Spezia, 1981), tanto per cominciare ha anche un lavoro “vero”. Infatti si è laureata in psicologia clinica e di comunità all’Università degli Studi di Firenze, si è specializzata in neuropsicologia all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, è una psicoterapeuta a indirizzo gestaltico integrato, è regolarmente iscritta all’albo degli psicologi ed esercita privatamente. Nonostante questo, dal 2004 lavora anche nell’ambito della scrittura. Nel 2005 il fumetto suo e di Armando Rossi, Ford Ravenstock – Specialista in suicidi, vince il primo premio al Lucca Project Contest e viene pubblicato da Panini Comics. I due seguiti, Ford Ravenstock – L’allegria dei naufragi e Ford Ravenstock – Verso Hamelin, sono usciti per Arcadia Editore. Nel 2011, insieme a Diego Cajelli e per i disegni di Marco Santucci, firma la sceneggiatura del num. 131 ("Carnevale di spettri") della serie Dampyr per la Sergio Bonelli Editore. Nel 2010 è tra i finalisti del torneo letterario IoScrittore e l’anno successivo esce il suo primo romanzo, L’ombra del commissario Sensi. Nel 2012 viene pubblicato il secondo romanzo della serie, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi. Nel 2014 esce il romanzo Il Club dei Cantanti Morti. Del 2015 il nuovo capitolo della serie del commissario Sensi: L'architettura segreta del mondo. Ha un blog e come se non bastasse traduce fumetti dall’inglese.
Books of Susanna Raule
About This Book
Overview

IL COMMISSARIO SENSI non è il tipico poliziotto. Ha un look gotico assolutamente fuori luogo, un senso dell’umorismo caustico e un approccio al lavoro del tutto personale, il cui punto cardine è cercare di evitarlo a tutti i costi.
Ma non sempre è possibile. In queste sette storie, che spaziano dal suo periodo da infiltrato in una setta satanica alle prime esperienze come capo della Squadra Mobile spezzina, Sensi sarà costretto a investigare sul serio, volente o nolente.
Per farlo dovrà unire le modeste doti investigative sue e della sua squadra a quelle di un segugio molto più instancabile di lui, un cacciatore pronto a gettarsi sulla scia di sangue di un delitto con tutto l’entusiasmo… di un gourmet.
Perché, ovviamente, Sensi ha un oscuro segreto: ha dentro un ospite demoniaco, molto indesiderato, ma talvolta utile.
Astaroth non è un inquilino facile, ma se c’è qualcuno in grado di capire come funziona la sanguinaria mente di un killer quello è proprio lui. Che plaude all’efferatezza e alla violenza, ma che è anche ansioso di mettere gli artigli su ogni anima nera che incrocia. Per farne la sua cena.

Details

ISBN: 9788826050911
Publisher: Create Space / Self Publishing
Publish Date: 2017
Page Count: 360

“Perduti Sensi”

Login with Facebook:
 

There are no reviews yet.