img-book
ISBN: 9788899960483

Collezione Privata

by: Eveline Durand

Julian è un dottore, colleziona creature particolari che risveglia dalle celle in cui sono state congelate. Animali che ospita nel suo castello in un’area adibita solo a loro, un autentico giardino biologico. Quando però a un’asta clandestina il suo miglior amico scorge una donna imprigionata da quasi cento anni viene convinto a comprarla per uno scandaloso prezzo. È bellissima, ma non ha intenzione di riportarla alla vita. Un giorno però l’energia che mantiene la cella viene a mancare e Julian è costretto a liberarla.
Partiamo prima di tutto a definire il genere di questo libro: lo Steampunk è una corrente che va a prendere l’epoca ottocentesca e la arricchisce con elementi anacronistici che però non snaturino gli elementi chiave di quel periodo storio, ergo sì a macchine a vapore, bio tecnologie, ma sembre rimanendo un filino “primitivi”. Ecco questo genere che va un casino dal punto di vista della moda (ci sono interi marchi di abbigliamento e fumetti) ha anche una sua versione letteraria, solo che il nostro paese non crede molto in questo genere, e trovare opere italiane in libreria è una autentica sfida.
Ebbene “Collezione privata” è un’eccezione che sfida il mercato, perché non è uno steampunk solo in apparenza (gonne ampie, rotelle ovunque, occhiali da saldatore borchiati e animaletti meccanici): si tratta di una costruzione accurata in cui è il wordbuilding ha parlare di steampunk non solo gli accessori. So che può sembrare una cosa abbastanza scontata e banale, ma troppo spesso ci si perde a definire dettagli che però appesantiscono la narrazione e sono meri decori, senza i quali (o sostituendoli) non cambierebbe molto la trama.
Il protagonista maschile punto di vista per gran parte del romanzo è un personaggio ben definito con una storia personale che lo caratterizza e grazie alla misteriosa donna risvegliata subirà un percorso di crescita. Ecco non mi soffermo molto sulla trama e sulla parte romantica per non fare spoiler, l’unica cosa che vi dico è che Julian è uno di quei personaggi che hanno un passato difficile ma a cui spaccheresti la faccia perché ciò non giustifica il fatto che debba essere uno stronzo misogino.
Ultimo commento spetta alla veste grafica incredibilmente ricercata che completa il romanzo, una firma inconfondibile di un editore che non pensa solo alla parola scritta.
In definitiva cinque stelle uno steampunk romantico ideale per chi cerca una lettura di questo genere ma che apprezzi anche il lato romantico. Una storia ambientata in un mondo particolare che non scade nel banale. Un protagonista stronzo che però piace (anche quando lo si vorrebbe uccidere).

Meet the Author
avatar-author
1978
Eveline Durand non ama molto parlare di sè. Contemplando che il suo vero nome non le è mai andato a genio, un'aspirante scrittrice decide di inventarsi un alter ego e ammette che questa sua scelta sia sintomo di una timidezza insospettabile. Diplomatasi a Viareggio come tour operator, non ha potuto continuare gli studi universitari, ma ha cercato il modo di migliorarsi grazie alla lettura. Adesso è stata adottata da una casa editrice giovane e grintosa e il suo sogno è diventato realtà.
Books of Eveline Durand
About This Book
Overview

Julian è un dottore, colleziona creature particolari che risveglia dalle celle in cui sono state congelate. Animali che ospita nel suo castello in un’area adibita solo a loro, un autentico giardino zoologico. Quando però a un’asta clandestina il suo miglior amico scorge una donna imprigionata da quasi cento anni, viene convinto a comprarla per uno scandaloso prezzo. È bellissima, ma non ha intenzione di riportarla alla vita. Un giorno però l’energia che mantiene la cella viene a mancare e Julian è costretto a liberarla.
Partiamo prima di tutto a definire il genere di questo libro: lo Steampunk è una corrente che va a prendere l’epoca ottocentesca e la arricchisce con elementi anacronistici che però non snaturino gli elementi chiave di quel periodo storico, ergo sì a macchine a vapore, bio tecnologie, ma sempre rimanendo un filino “primitivi”. Ecco questo genere che va un casino dal punto di vista della moda (ci sono interi marchi di abbigliamento) e fumetti, ha anche una sua versione letteraria, solo che il nostro paese non crede molto in questo genere, trovare opere italiane in libreria è una autentica sfida a un mercato che cerca solo i soliti generi.
Ebbene “Collezione privata” è un’eccezione, perché non è uno steampunk solo in apparenza (gonne ampie, rotelle ovunque, occhiali da saldatore borchiati e animaletti meccanici): si tratta di una costruzione accurata in cui è il wordbuilding a parlare di steampunk non solo gli accessori. So che può sembrare una cosa abbastanza scontata e banale, ma troppo spesso ci si perde a definire dettagli che però appesantiscono la narrazione e sono meri decori, senza i quali (o sostituendoli) non cambierebbe molto la trama.
Il protagonista maschile, punto di vista per gran parte del romanzo è un personaggio ben definito con una storia personale che lo caratterizza e grazie alla misteriosa donna risvegliata subirà un percorso di crescita. Ecco non mi soffermo molto sulla trama e sulla parte romantica per non fare spoiler, l’unica cosa che vi dico è che Julian è uno di quei personaggi che hanno un passato difficile, ma a cui spaccheresti la faccia perché ciò non giustifica il fatto che debba essere uno stronzo misogino.
Ultimo commento spetta alla veste grafica incredibilmente ricercata che completa il romanzo, una firma inconfondibile di un editore che non pensa solo alla parola scritta.
In definitiva cinque stelle, uno steampunk romantico ideale per chi cerca una lettura di questo genere ma che apprezzi anche il lato romance. Una storia ambientata in un mondo particolare che non scade nel banale. Un protagonista stronzo che però piace (anche quando lo si vorrebbe uccidere).

Details

ISBN: 9788899960483
Publisher: Delrai Edizioni
Publish Date: 2018
Page Count: 496

“Collezione Privata”

Login with Facebook:
 

There are no reviews yet.