img-book
ISBN: 9788845198687

Angelize

by: Aislinn

Vivi una vita normale, con i suoi pro e i suoi contro. Sei a Milano, la signora grigia che porta il fardello di una città multiculturale con la sua facciata modaiola fatta di movida e fiumi di alcool e il suo lato nascosto composto dalle milioni di facce di coloro che in questa città ci vivono o perlomeno sopravvivono. E poi… un giorno come gli altri sei morto. Ma non ti spetta la pace eterna o la reincarnazione, no, perché quello non era il tuo momento, la tua morte è servita ad un angelo per potersi reincarnare e abbandonare il suo status, mentre tu, ora, sei Angelizzato.
Se si vuole prendere una lettura Urban Fantasy, da uno scaffale della più anonima o famosa libreria, che abbia per protagonista un angelo, quasi certamente prenderete tra le mani una storia d’amore proibita o non tra angeli e umani. Angelize porta un po’ di alternativa al genere, cominciando dal dare i natali a degli angeli che non sono dei fighetti dal piumaggio candido e che devono inesorabilmente dare origine alla più romantica e tormentata storia d’amore del genere. I nostri protagonisti per prima cosa non sono angeli puri, ma sono umani che sono stati “Angelizzati” o meglio, hanno perso la vita per colpa di un angelo (il quale in tale modo si è assicurato una reincarnazione con tutti i vari optionals) di cui hanno preso il posto ed il nome nel mondo incorporeo, non voglio dirvi molto altro perché per me è già spoiler e vorrei che scoprisse direttamente leggendo il libro le “regole del gioco”, sappiate che però questi “Angelizzati” hanno trovato la via per tornare tra gli umani senza compiere la sporca azione degli esseri incorporei che li hanno uccisi.
Ci troviamo quindi con personaggi che non hanno mai chiesto di essere Angeli e che più semplicemente cercano giustizia o almeno una seconda opportunità per tornare alla vita. Essere Angeli in Angelize non ha grandi aspetti positivi, il mondo incorporeo che offre sfavillanti ali di luce è un mondo in cui sono condannati a non avere sensazioni o emozioni, c’è una splendida frase che riassume il concetto e se non erro diceva “eterni spettatori di un film infinito” e vorrei aggiungere “senza nemmeno potersi gustare i pop-corn”, vivere da spettatori mentre il mondo va avanti si rivela tutt’altro che allegro o aperto a svolte, gli angeli non possono e non hanno modo di interagire con il mondo reale, possono solo vivere o meglio vedere i loro simili “Angelizzati” e gli Angeli originari (il rapporto è un po’ quello che c’è tra Sangue Puro ed i Mezzosangue in Harry Potter) che sono esseri altezzosi e che li disprezzano per la loro imperfezione.
I personaggi sono caratterizzati magnificamente e hanno una vera anima che trasuda da ogni singola pagina: ogni loro azione ogni pensiero o dialogo porta la loro firma e una volta imparati a conoscerli si potrebbe sapere a chi appartiene la tal battuta senza nemmeno averla letta nel suo contesto. Tutto ciò è fatto con una costruzione chirurgica, dove ogni gesto o descrizione ha un preciso scopo caratterizzante, un po’ come se ad ogni pagina si sezionasse il personaggio con il fine ultimo di capire chi era ed è e non solo di essere una componente della narrazione; se state pensando che il tutto possa appesantire o annoiare vi state sbagliando di grosso, il tutto avviene senza stravolgere lo stile ed il vero e proprio filo narrativo. Il presente dei personaggi si intreccia dolorosamente con il loro passato, un passato di vite felici, vite di a metà e di vite interrotte; sono perone più vere e reali di ciò che a volte ci sta accanto, e ritornare alla vita in questo libro, non significa solo avere una seconda possibilità, perché sei morto, le persona che conoscevi si sono fatte una vita andando avanti e superando la perdita, o peggio potresti ritornare e non avere un posto dove tornare e un progetto di vita da riprendere in mano.
A tutto ciò fa sfondo una Milano che non è la città delle luci della movida o uno dei luoghi turistici più conosciuti al mondo, una Milano che solo chi ci abita conosce veramente: una Milano quotidiana fatta di toni di grigio degni delle pennellate di un grande impressionista, Aislinn la descrive con un occhio che ha certamente vissuto e visto la città (ve lo confermo io che ci vivo) e ne ha ancora il sapore sulla pelle. Ambientare una storia a Milano potrebbe risultare banale (ho letto altri Urban Fantasy con questa città come sfondo e vi garantisco che ce ne sono anche molti altri) eppure la città è coprotagonista senza che si riveli un fondale da teatro, puramente piazzato per dare un contesto, o una visione troppo stilistica dettata dal trovare il giusto panorama dark che si adatti alla storia narrata. Sembra banale me ci sono storie che se non hanno una città credibile o ben caratterizzata (proprio come fosse un personaggio) perdono il 90% del loro fascino (pensate se la Contea de “Il Signore degli Anelli” o dello stello “Lo Hobbit” fosse stata un semplice insieme di casette Hobbit in una zona collinare con qualche normalissima stradina e nulla più, pensate che avreste amato lo stesso gli Hobbit e le loro storie?)
In definitiva, cinque stelle. Avendo tra le mani Angelize si potrebbe pensare ad una lettura veloce o superficiale, un libro dalla copertina quasi fashion, invece si ha un volume profondo, sfaccettato e con delle sfumature dark che delineano una storia e dei personaggi che lasciano dentro i lettori qualcosa. Una lettura profonda Urban Fantasy che fonde ambientazione e caratterizzazione come fosse la normalissima miscela di una ricetta, consigliato a quei lettori che amano i toni scuri, le città grigie e quei personaggi maledetti che sono pronti a strapparti il cuore e l’anima.

Meet the Author
avatar-author
1982
Aislinn è nata nel 1982, scrive ascoltando rock e metal e ha una passione inesauribile per la lettura. Nel 2013 ha pubblicato con Fabbri Editori il suo primo romanzo urban fantasy Angelize; nel 2014 è uscita la seconda e ultima parte della storia, Angelize II - Lucifer. Nel 2018 ha pubblicato per Gainsworth Publishing l'urban fantasy "Né a Dio né al Diavolo", che unisce l'amore per i vampiri a quello per la musica metal. Ha partecipato al romanzo storico In territorio nemico di Scrittura Industriale Collettiva (minimum fax, 2013) e a diverse antologie. Vive ad Arona, ma capita spesso a Milano; tiene corsi e workshop di scrittura, è traduttrice, editor e consulente editoriale. Gestisce il blog http://aislinndreams.blogspot.it e pagine sui principali social network.
Books of Aislinn
About This Book
Overview

Essere un angelo è terribile. Non provi emozioni, non puoi toccare, mangiare, amare. Per questo molti di loro cominciano a desiderare la vita terrena per provare quello che non hanno mai sperimentato nell’eternità. Per liberarsi dalla condizione eterea hanno solo un mezzo: uccidere un essere umano che prenderà il loro posto. Un gruppo di vittime, però, non si è rassegnato a questo poco invidiabile destino e ha trovato il modo di reincarnarsi in corpi nuovi che sono una via di mezzo tra angeli e uomini.
Di nuovo sulla terra, questi angeli bastardi vorrebbero soltanto ricucire i pezzi di vite bruscamente interrotte, finire gli studi, ritrovare amori perduti. Come Haniel, privo di regole e affamato di sesso, che “indossa” ora il corpo di una ragazza. O come Hesediel, che cerca di far capire alla donna che ama che è tornato dalla morte, e che adesso è in grado di guarire da qualsiasi ferita.
Ma gli angeli “puri”, quelli che non hanno mai ceduto alla tentazione della carne, sono in caccia, armati di spada e fuoco celeste, decisi a spazzar via le abominazioni. Per sopravvivere gli “angeli bastardi” dovranno dar battaglia a forze molto più grandi di loro e prepararsi a terribili sacrifici…

Details

ISBN: 9788845198687
Publisher: Fabbri Editori
Publish Date: 2013
Page Count: 440

“Angelize”

Login with Facebook:
 

There are no reviews yet.