Prepararsi al Salone 2019: editore e letture da non lasciarsi sfuggire
On 6 Maggio 2019 | 0 Comments

Sebbene questa edizione sia partita con le peggiori premesse in ritardo, su tutto, e mentre scrivo questo articolo il sito è ancora privo di molti aggiornamenti, ma le polemiche già fioccano; quasi arrogante quello salone sembra volersi vantare di aver fatto le scarpe alla imbruttita Tempo di Libri (la cui edizione 2019 è stata annullata), quando poi appare poco preparata e sembra aver puntato tutto su grandi ospiti e sul mondo ludico (entrambe le cose sempre importanti per la cultura, ma mio parere per essere svecchiato il salone ha bisogno di altro, ma andiamo avanti), nascondendo che il rischio che saltasse anche lui era molto possibile.
Anche quest’anno userò il metodo Red Kedi per girare il Salone, ho infatti già preparato una lista di editori, divisi per padiglione per ognuno dei quali ho assegnato varie letture da compare. Ne approfitto quindi per consigliarvi e invitarvi a scoprire nuovi e vecchi editori.
Partiamo con gli editori da non lasciarsi sfuggire a questo salone, sono editori di cui ho già letto libri e che ve li consiglio a occhi chiusi.

Gainsworth Publishing – PAD. 2 – H15

Attesissimi i nuovi lavori di Aislinn e Luca tarenzi, saranno, freschi di stampa, editi da questo editore di cui seguirò anche la conferenza “Urban Witches” (Sala Argento, Sabato 11 Maggio ore 15), perché l’urban fantasy puro al 100% in Italia, ha quasi esclusivamente il loro marchio ed è sempre un piacere scoprire nuove sfumature di questo genere.

Jo March – PAD. 2 L64-M63 (stand regione Umbria)

Quest’anno mi sono letteralmente svenata per comprare loro titoli e per il momento non hanno deluso. Sono una casa editrice che punta ai classici romantici di grandi autori, con traduzioni curatissime e ben adattate, io fossi in voi darei subito uno sguardo al loro catalogo anche on-line, perché con tutti quei titoli a portata di mano al Salone sarà difficile scegliere.

Delrai edizioni – PAD. 3 Q29

Che ve la presento a fare? Nel 2018 ho collaborato con loro e se mi seguite sui social avrete notato che ho letto molti loro titoli. Se cercate dei libri curati graficamente ma anche nell’editing ebbene questo editore non potete lasciarlo da parte.

Waton Edizioni – PAD. 3 R79

A questo stand per me saranno dolori. Ho già tre titoli in lista ma sarà facile che diventino molti di più, per ora, per la maggiore, sono firmati da Antonio Schiena che con il suo libro “Non contate su di me” ha fatto furore (almeno qui a casa Chimera) e quindi voglio recuperare gli altri suoi volumi che ancora mi mancano. Non c’è solo lui in lista, perché sebbene il primo trhiller del loro catalogo, che ho letto, non mi abbia colpito mi muoverò per portarmi a casa qualche urban fantasy.

AbEditore – PAD. OVAL U91

Anche qui non credo ci siano bisogno di presentazioni per un editore che sta rubando il cuore a molti lettori. I classici più belli che si siano mai visti, con una cura nei materiali così certosina che almeno un volume vi resterà attaccato alle mani se passerete al loro stand. Non ho una lista ben definita e infatti sono molto indecisa su cosa mi porterò a casa.

 

Dopo i porti sicuri degli editori sopra citati eccone di nuovi da scoprire, sono editori che ho incontrato a “Più libri più liberi” (Roma) altri ancora invece li ho trovati quasi per caso. Insomma fossi in voi passerei a guardare i loro stand perché di certo troverete titoli molto interessanti e diversi.

I.d.e.a. – PAD. 2 F109

I.d.e.a. è l’acronimo di “Immagina di essere altro”, è una giovane realtà che pubblica fantasy e in cui sono incappata mentre preparavo questa lista. Hanno copertine curate e titoli “made in Italy” per tale motivo voglio passare a conoscerli e portarmi a casa un loro titolo, non ho ancora scelto quale e mi prenderò tempo al loro stand per capire chi sarà il fortunato.

Scrittura & Scritture – PAD. 3 – N71

Casa editrice scoperta a Roma, ma di cui poi non ho comprato nulla. Approfitterò della loro presenza a Torino per prendere i loro contatti e per comprare uno o due volumi perché sono molto curiosa, il loro catalogo ha dei testi parecchio interessanti a tema storico.

Atlantide Edizioni – PAD. 3 S87-R88

Questo è certamente un editore fuori dalla mia confort-zone. Arriato ance lui per caso sulla mia strada, mi sono innamorata di un loro titolo. Si tratta di un editore molto diverso dal solito, che punta a stampare poche copie e investe nella cura di materiali e testo. È per questo che i loro volumi hanno un prezzo molto fuori dal normale mercato, ed è anche per la loro scelta unica e ricercata che porterò certamente a casa un loro titolo. Quale? Lo scoprirete nell’articolo con i miei acquisti.

Logos Edizioni – PAD. Oval U10

È stato amore (e povertà) a prima vista a “Più libri più liberi”. Tra i loro volumi macabri e le loro favole che hanno adattamenti e illustrazioni davvero diverse dal solito, io sono sicura che ne rimarrete particolarmente sorpresi una volta arrivati al loro stand. Ancora non so quale libro mi porterò a casa, ne voglio prendere uno, uno soltanto perché già a Roma ho fatto danni.

 

Infine chiudo con un editore che per la prima volta sarà al Salone è un nome che on-line sta vendendo moltissimo, ma anche ancora non aveva calcato le scene fieristiche, mi riferisco alla Always Edizioni (PAD. 2 F15). Non ci sono molti titoli a loro catalogo che mi convincano più di tanto (infatti è solo uno quello che vorrei portarmi a casa) eppure sono curiosa di incontrare e conoscere questo editore che era partito investendo in titoli esteri e confidando che avrebbe dato spazio anche al made in Italy (che però è ancora assente tra le sue pubblicazioni).

Sarà un salone intenso, ancora non posso sapere se rispetterò la lista o tornerò poverissima a casa. Questo per ora è tutto, sarò al salone solo Sabato 11, e sarò la pazza con i capelli verdi. Se mi trovate sarà un piacere fare qualche giro insieme e parlare un poco. Per chi non sarà al salone l’appuntamento è per lunedì prossimo con la lista dei miei acquisti.

Leave a reply

  • Login with Facebook:
     

    BEBO WordPress Theme

    Send this to a friend