IBS.it è davvero una buona alternativa ad Amazon?
On 25 settembre 2018 | 0 Comments

Il boicottaggio prosegue, e salvo piccole eccezioni ormai vivo su IBS.it, ma è davvero tutto perfetto?
No, i difetti di Ibs non sono pochi, e quindi eccovi un paio di accortezze che mi sento in dovere di segnalare così che, nel caso decidiate di abbandonare il portale dal sorrisetto facile, possiate sapere quali potrebbero essere le differenze e le problematiche a cui non siete abituati.
Partiamo dalle consegne. Come già avevo anticipato nel precedente articolo non tutti i libri sono disponibili con tempistiche celeri e quindi il classico concetto, ordino oggi e arriva domani non è possibile, salvo che abbiate nel vostro ordine solo libri già disponibili per l’evasione e optiate per una spedizione espressa. Già perché la formula di Ibs.it per le spedizioni è a pagamento sotto alcune soglie di prezzo e dipende anche dal vostro status… ecco questa parte macchinosa: IBS Premium, un servizio che premia i clienti fidelizzati considerando i punti accumulati (che dipendono dai vostri acquisti e dal tipo di prodotti ordinati) insomma se interessati ai dettagli vi lascio il link con tutti i dettagli e le variabili del servizio. Già perché per quanto sia un sistema spiegato risulta un poco complesso nell’era del click veloce. Preferirei di gran lunga un abbonamento simile a quello Prime, in cui pago una volta all’anno e ho “x” servizi. Forse Amazon dovrebbe imparare da IBS tramite dei punti fedeltà che possano dare sconti (come appunto avvine nel programma Premium) ma per le consegne è quest’ultimo a dover semplificare i sistema.
Altra problematica di IBS è il catalogo: troppi e dico troppi libri non caricati. Ci sono piccoli e medi editori che hanno solo un parziale della loro produzione (e parlo anche della sezione e-book)! Una vera sfortuna perché se si decide di comprare qualcosa è un peccato poi dover tornare su Amazon per ordinare a parte quanto si vuole e vien da se che a questo punto si passa a lui per fare l’ordine e punto. Già perché se poi non raggiungo il minimo per avere la spedizione gratis che senso ha fare due ordini divisi dovendo poi acquistarne uno su un altro portale che oltretutto mi da le spedizioni gratuite?
Come se non bastasse anche cercare su IBS a volte è difficile. Facciamo l’esempio di “Wonderland”, il manga di Yugo Ishikawa. Avevo visto la sua anteprima on-line e non ricordavo altro che il titolo, la parola “wonderland” inserita in IBS e anche in Amazon apre tutta una serie di alternative che non centrano nulla con ciò che stavo cercando (non a caso il titolo è una citazione ad “Alice nel paese delle meraviglie” ed è normale che dalla sua ricerca ne emerga unicamente la versione originale e non il manga che lo omaggia). Insomma volendo fare la persona svogliata ho aggiunto alla parola “Wonderland” quella “Manga”. Amazon ha capito subito e infatti eccolo mostrarmi quanto cercavo… IBS invece mi ha proposto manga in lingua inglese che avevano la parola Wonderlan nel loro titolo, ma non il prodotto che volevo. Ecco i cookie di IBS sono fantastici e sui vari siti che hanno loro link pubblicitari ti segnalano subito quanto hai appena cercato… ma cercare su IBS a volte è davvero una sfida. Lo so, potevo uscire e cercare su google, ma era un test e volevo appunto capire l’elasticita di questo portale.
A questo si aggiunge il fatto che l’applicazione per cellulare non è così easy come quella di amazon, e soprattutto il monitoraggio del proprio ordine non vi permette di vedere quanto manca all’arrivo dei prodotti, ma indica un semplice “in corso”. Ecco il problema è proprio rivolto a quel genere di prodotti per cui la parola “in corso” sembra essere eterna, e come se non bastasse troppo spesso capitano ritardi (dovuti al distributore non a IBS) e il problema è che che IBS non aspetta il prodotto ma anzi, una volta scaduto il tempo massimo di attesa (tre giorni oltre le tempistiche della resa) cancella il prodotto; se hai aspettato un mese per quel dannatissimo libro che non arriva rimani davvero incazzata (soprattutto se nell’ordine c’erano solo due prodotti) perché allora potevi ricevere quanto ordinato molto prima. Ecco, nel caso di prodotti che hanno tempistiche bibliche dovrebbero trovare una soluzione per evitare di fermare tutto il restante carrello (anche se, in caso di ordini grandi, provvedono a spedire i parziali).

IBS è un buon sostituto di amazon? Non c’è una risposta corretta ma analizziamo nel dettaglio.

PUNTI A FAVORE:
– Aperto alla distribuzione: anche libri che sono considerati si piccole e medie case editrici.
– La collaborazione con Libraccio.it permette di trovare libri usati oltre all’outlet dei libri vintage in cui si fanno autentici affari.
– Il servizio IBS Premium che garantisce ai clienti fidelizzati di ricevere sconti extra e agevolazioni sul costo di spedizione.

PUNTI CONTRO IBS (che spero sistemino presto):
– Il loro catalogo non è completo. Spesso per piccole case editrici non sono disponibili tutti i libri (e parlo di libri tranquillamente distribuiti in altri store on-line) e non solo per il formato cartaceo.
– Pre-ordini rari e solo dei soliti noti: ci sono pochissimi libri a catalogo tra quelli “prossimamente in uscita”, quelli dei piccolo editori sono inesistenti a volte ci sono alcuni etitori big, ma anche libri Mondadori, se non legati a eventi uscite importanti sono totalmente assenti.
– Se un prodotto ordinato ha rese lunghe potrebbe bloccare completamente la spedizione dell’ordine e se non reperibile viene automaticamente cancellato ma solo dopo l’attesa completa dei giorni di disponibilità.
– Non esiste un programma di abbonamento per la spedizione, si deve far affidamento a un minimo d’ordine oppure ad essere abbastanza clienti fissi da avere un livello alto nel programma Premium.
– I volumi pubblicati Self con CreateSpace non sono disponibili in quanto esclusiva di Amazon.
– Non si può condividere a terze persone la propria wishlist. Mi è sembrata un’eresia! Con tutta la gente che mi chede “cosa vuoi per il tuo compleanno?” mi sono trovata a non poterla condividere con loro.

Quindi? Io procedo con IBS! Certo ha dei difetti però per il momento a parte qualche difetto mi sto trovando bene. Certo mi auguro che quanto ho segnalato possa essere un giorno risolto e sia potenziato tanto quanto Amazon, così da poterlo surclassare.

Leave a reply

  • Login with Facebook:
     

    BEBO WordPress Theme

    Send this to a friend