Archive for gennaio, 2013

Recensione: Schegge di me di Tahereh Mafi

Recensione: Schegge di me di Tahereh Mafi

Juliette è un mostro, con il solo contatto può torturare ed uccidere una persona, per questo motivo è rinchiusa sola in un manicomio. Un giorno però tutto cambia, le affidano un compagno di cella, un ragazzo, Adam…

Recensione: Ovunque Sarai di Laura Gay

Recensione: Ovunque Sarai di Laura Gay

Elisa è dovuta fuggire dall’epoca dei Borgia, ora, tornare nel presente significa affrontare la maturità e continuare a vivere senza Cristiano; nel suo tempo però il giovane a cui Elisa ha rubato il cuore farà di tutto per raggiungerla ed arrivare nel futuro. Ora che si sono ritrovati la vita è diversa da quella che li aveva fatti incontrare e ciò metterà in serio dubbio i sentimenti di Cristiano…

3 Books: Lago

3Books

Le storie in riva al lago hanno sempre un retrogusto agrodolce, sarà perchè è una di quelle mete estive che si condiscono di piccoli e grandi amori, sarà per il riflesso misterioso e bellissimo sotto cui si può nascondere morte e mistero. Il lago si rivela sempre un’ottima location per i romanzi…

Recensione: Black Friars – L’Ordine della Chiave di Virginia De Winter

Recensione: Black Friars – L’Ordine della Chiave di Virginia De Winter

Eloise studia medicina nella vecchia capitale, ma nella notte di ognissanti torna al collegio troppo tardi, un gruppo di penitenti l’aggredisce e nella notte, due occhi viola rispondono al suo grido di aiuto. Un redivivo che a passato i suoi ultimi anni dormiente ed a cui ora Eloise deve la vita.

Il Libro del Mese: L’isola in via degli uccelli di Uri Orlev

Il Libro del Mese: L'isola in via degli uccelli di Uri Orlev

Gennaio per me, e spero anche per molti di voi, è il mese che dedico alla memoria: accantono le solite letture per buttarmi su ben altro genere quelle legata all’olocausto.
Per tale motivo, il libro che vi consiglio per questo mese é un libro che lessi durante la terza media, da programma non saremmo mai riusciti a leggerlo tutto perché le lezioni ad esso dedicato erano sempre poche, io lo finii in due settimane leggendolo durante l’intervallo e le varie pause tra una lezione e l’altra.
É una lettura semplice, per ragazzi, ma che mi ha talmente appassionato da avvicinarmi all’olocausto come non mai, da allora, appena posso, leggo sempre le storie legate ad esso.

Powered by WordPress | Designed by: Best SUV | Thanks to Toyota SUV, Ford SUV and Best Truck
http://www.wikio.it